Mia moglie porca sempre vogliosa

Racconti hard: mia moglie porca sempre vogliosa è molto più di uno dei soliti racconti di sesso

Una di quelle storie porno che restano impresse nella mente! Io e Milena eravamo sposati da diversi anni; dopo un lungo fidanzamento, ripetuti tradimenti ed allontanamenti, sembravamo aver trovato la nostra giusta sintonia.

Mia moglie porca sempre vogliosa? Assolutamente sì! Ed è proprio questo il motivo di questi racconti di sesso reali che ho avuto il piacere di vivere ed oggi di raccontare.

Era inverno, un freddissimo inverno milanese. Io e Milena stavamo pensando ad un mini viaggio, una fuga dalla realtà e dalla quotidianità. Di racconti hard, negli anni tra me e Milena, ve ne potrei raccontare infiniti.. ma quello di oggi, ha davvero dell’incredibile!

Milena è sempre stata, fin da ragazzina, una donna spocchiosa e provocante. Una di quelle che non ama stare al proprio posto ma che deve sempre intrufolarsi.. e come si intrufola. Questo suo modo di fare le ha permesso di essere anche una di quelle donne molto aperte e libere sessualmente.. una di quelle che a noi uomini, sanno come farci impazzire.

Pensate che quando conobbi mia moglie, è stata proprio lei a prendere l’iniziativa.. da quel giorno io capì che sarebbe stata quella giusta per me. Crescendo insieme io e Milena, ci siamo adattati l’uno ai gusti dell’altra e viceversa.

Anche sessualmente parlando, tra di noi non c’è mai stato imbarazzo o freno di alcun tipo, anzi! Milena è sempre stata una porca vogliosa! Ecco il perchè spiegato di molti miei racconti di sesso fatti ripetutamente ad amici e colleghi! A differenza loro, io avevo una moglie sessualmente vogliosa ed attiva, non avevo nulla di cui lamentarmi!

Sono tante, tantissime le cose che abbiamo provato insieme e non ho mai avuto delle mancanze da parte sua; anzi, spesso era lei quella più vogliosa tra i due!

Tornando ai nostri racconti hard, però, la situazione è diventata piccante, molto più piccante, nel momento in cui, quella notte Milena mi ha chiesto di bendarla e di fare di lei ciò che avrei voluto. Dal nulla, mentre eravamo intenti a scegliere la nostra fuga d’amore per il weekend, mia moglie mi si avvicina all’orecchio e con quella voce che mi fa letteralmente impazzire, mi dice: “bendami, voglio essere la tua porca questa notte.

Io, dopo una giornata estenuante di lavoro, con ancora un dito abbondante di vino rosso nel mio calice, ho avuto un sussulto che non sarebbe mai potuta essere una negazione, assolutamente!

Milena in pochi secondi, era in piedi difronte a me ancora inerme sul divano ed ha improvvisato uno spogliarello mozzafiato!

Indossava ancora il tailleur che usa in ufficio, ma sotto la giacca e la camicia, si intravedeva un babydoll che non conoscevo.. da paura! Milena era mezza nuda difronte a me e mi fissava con lo sguardo di chi avrebbe voluto saltarmi addosso da lì a poco.

Mi fece eccitare, si spogliò, rimase in lingerie ed iniziò a strofinarsi su di me. Una mano sui pantaloni, ed i suoi occhi sempre fissi nei miei. Le unghie sulla pelle calda, la lingua che si divertiva a farsi spazio tra i bottoni della mia camicia.. io ero eccitatissimo! Il mio pene, duro come una pietra, pompava nei boxer come se volesse esplodere! Eppure, tutti dovevamo sottostare al volere di Milena.

Mia moglie porca sempre vogliosa, quella sera ci stava davvero prendendo gusto. In babydoll e tacchi a spillo, si dirige verso la nostra camera da letto dove mi chiede di seguirla.

Le storie porno di Milena sono una compilation di fantasie erotiche ed attacchi di passione improvvisi.. come quella sera! Io arrivai in camera da letto e lei scelse di bendarsi con la sua mascherina da notte.

Completamente al buio rispetto a quello che c’era intorno a lei, mi moglie mi implorò di far di lei quello di cui maggiormente avevo voglia.. lei avrebbe accettato, muta.

Quella fantasia di Milena mi colse un tantino impreparato; non mi vergogno nel dire che era quasi sempre lei ad avere il controllo della situazione, lo slancio, la fantasia.

La prima cosa che feci, vedendo mia moglie inerme, bendata sul nostro letto, fu quella di girarla di schiena. Milena ha delle gambe lunghissime e bellissime, con un culo rotondo e perfetto. Non avrei potuto perdermi quello spettacolo in babydoll per i miei occhi!

Vederla così, sul letto, vogliosa di me, del mio cazzo, mi stava eccitando sempre di più, per questo, senza pensarci due volte, senza alcuna delicatezza, presi mia moglie per i fianchi ed iniziai a scoparmela dal culo, forte fortissimo.

Milena ebbe un sussulto, non si sarebbe mai aspettata da uno come me, tanta brutalità, tanta foga! Eppure, quella notte, non so cosa mi successe.. mi trasformai! Avevo fatto piegare Milena e con una mano le tenevo afferrati i polsi dietro la sua schiena mentre io le penetravo il culo sempre più affondo.

Milena godeva dal piacere, con la faccia schiacciata sul cuscino e la mascherina che le copriva gli occhi, mi implorava di continuare e di fare più forte ancora. Non potete capire il quel momento quanto io mi sia sentito maschio!

La mia donna che mi chiedeva mentre godeva di sfondarle il culo sempre più forte ed il mio cazzo che sempre più duro entrava ed usciva da quel buco bagnato dalla mia saliva. Sputavo nel culo di Milena e più lo facevo e più lei urlava.

Mentre era immobilizzata per i polsi, provava a graffiarmi con le unghie le dita della mia mano mentre io godevo davvero come un porco.

Il culo di mia moglie era ormai gonfio e bollente a furia degli schiaffi che si era preso; così scelsi di scendere dal letto e di posizionarmi difronte a lei che era ancora bendata.

La afferrai per le tempie e le piazzai il mio grosso cazzo in bocca senza dirle nulla. La feci rimanere immobile ed io scopai la sua bocca per pochi minuti prima di venirle in gola. Un orgasmo, urlato, sofferto e di quelli che forse non potrò dimenticare!

 

513 Visite totali, 4 visite odierne