3 motivi per non fare sesso virtuale

..“Dai amore, ci masturbiamo in cam? Che ne dici di un po’ di sesso virtuale al telefono?”..

Scommetto che queste parole ti suonano familiari, eh? E pensare che una volta per avvicinarsi al mondo del sesso bisognava andare a prostitute, ora invece basta una webcam e via.

Esagerazioni ?? Il sesso virtuale è finito con il divenire una vera e propria moda per gli adolescenti, almeno stando all’indagine condotta dalla Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale.

Dai dati emersi, risulta che il 14% dei minorenni è solita scambiare le proprie foto hot per soldi e il 30% pratica sesso virtuale di frequente. Ok, tutti a farsi le seghe davanti alla webcam felici e contenti ? Nient’affatto. Ecco 3 motivi per non farlo !!

1 – Anoressia sessuale

Strano a dirsi, ma stiamo parlando di una problematica sempre più diffusa, al punto che numerosi studiosi sono soliti definirla una vera e propria malattia. I sintomi ? Mancanza di eccitazione sessuale di fronte ad una donna, calo di interesse durante la visione di un porno.

2 – Eiaculazione precoce

Smettila di segarti davanti allo schermo, a meno che tu non voglia trasformarti in Speedy Gonzales sotto le lenzuola. A sostegno di questa tesi, uno studio pubblicato su PsicologyToday, condotto dall’Università di Padova. Secondo i risultati provenienti dalla ricerca, chi è solito praticare sesso virtuale sarebbe maggiormente a rischio disfunzione erettile ed eiaculazione precoce di fronte ad una donna in carne ed ossa.

3 – Porno addiction

Sì, il porno è una vera e propria droga. A sostegno di questa tesi, uno studio condotto dall’Università di Bristol su un campione di 900 uomini soliti guardare porno almeno 4 volte a settimana. Dai dati che emergono dallo studio inglese, la pornografia sarebbe equiparabile a dipendenze come gioco d’azzardo e droga. In questo caso però, vi è l’aggravante che il sesso fra le lenzuola potrebbe finire per piacere meno di quello virtuale.

1,286 Visite totali, 1 visite odierne